Presentazione

L’Archivio di Stato di Rovigo è organo periferico del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

L’Archivio di Stato di Rovigo conserva:
- documentazione prodotta dalle amministrazioni periferiche preunitarie e dagli uffici statali della provincia anteriore all’ultimo quarantennio;
- archivi degli enti ecclesiastici e delle corporazioni religiose soppresse;
- atti dei notai di Rovigo e provincia rogati a partire dal XIV secolo e fino alla fine dell’Ottocento;
- archivi storici di enti pubblici non statali depositati volontariamente;
- archivi privati di interesse provinciale.

L’Archivio di Stato di Rovigo inoltre:
- garantisce la conservazione e la consultabilità dei documenti custoditi;
- garantisce la fruibilità del proprio patrimonio documentario anche mediante l’implementazione e l’informatizzazione degli strumenti di consultazione;
- promuove la valorizzazione del patrimonio documentario conservato per mezzo di mostre e altre attività scientifiche (conferenze, seminari, convegni, pubblicazioni e partecipazione ad eventi culturali in collaborazione con altri enti e istituzioni), nonché attraverso la formazione e laboratori di ricerca storica.

L’Archivio di Stato di Rovigo svolge anche il servizio di TUTELA degli archivi statali e di CONSULENZA per le amministrazioni pubbliche della Provincia:

L’istituto presta agli Uffici dello Stato una costante collaborazione ed assistenza per una corretta gestione degli archivi, anche nelle fasi correnti e di deposito soprattutto attraverso l’attività delle Commissioni di sorveglianza sugli archivi.
Su incarico della competente Soprintendenza Archivistica per il Veneto svolge ispezioni presso uffici pubblici non statali e archivi privati.